26/12/07

Gli ignavi

Stasera ho visto alla TV Benigni che commentava il 3° canto dell'inferno dantesco. Bravo, mi è piaciuto, così come mi piace lui e Grillo quando (le rare volte ormai) ironizzano sui costumi, sui pregiudizi, sui difetti, sulle paure della gente, senza voler fare a tutti i costi politica, come quel malato di mente del coprofilo.

Gli ignavi... Dante li disprezzava sommamente, coloro che non decisero mai, in vita, per il bene per il male, si può dire che non vissero mai.
Costretti dal Poeta per contrappasso a correre per l'eternità dietro un'anonima insegna: i fautori del piede in due staffe, i " Si ... ma " i " Si ... però ", adesso è uscito un neologismo, i " manchisti ", dal " Ma anche ", parola d'ordine di Veltroni. Ma più che Veltroni, nel ruolo, vedrei bene un Follini, un Casini, un Dini, e soprattutto Mastella.
Mi accomuno a Dante nel disprezzo...

22/12/07

Beata ignoranza

Su Repubblica...
"Il ministro della Salute Turco informa il Senato sull'evoluzione del virus in Veneto"... "Meningite, vaccinazione per i giovani "Virus aggressivo, ma no pandemia"... "Un virus di meningococco di gruppo C "molto aggressivo"
Vedete gli errorini ? Non so se è il giornalista o "la ministra"... probabilmente entrambi... il meningococco è un batterio ! C'è anche la meningite virale, ma qui stiamo parlando di un'epidemia da meningite meningococcica.
Del resto al Tg3 lo stesso errore l'ha fatto il direttore sanitario della ASL 16, in che mani siamo !

21/12/07

Vaccinazione di massa

TREVISO - Vaccinazione di massa anti meningite per i giovani dai 15 ai 29 anni d'età. Dopo i casi che si sono registrati in zona le tre Usl di Pieve di Soligo, Asolo e Treviso hanno deciso di dare il via alla profilassi. I ragazzi interessati dalla vaccinazione potrebbero essere fra i 17 e i 18 mila, su una popolazione complessiva di 150 mila abitanti. La procedura potrebbe iniziare dal 27 dicembre. I comuni in cui si provvederà con la profilassi sono Treviso, Silea, Istrana, Pieve di Soligo, Conegliano e Trevignano. Già ieri il ministero aveva definito "giustificata" l'offerta immediata di una dose di vaccino anti-meningococcico C alla popolazione giovanile (15-29 anni) dei Comuni interessati del Veneto.

18.000 da profilassare ... ricordo che le prime due vittime sono state un greco ed un senegalese, e che il focolaio pare da ricercare nella comunità latino-americana... altro "effetto collaterale" dell'immigrazione selvaggia, un altro regalino per Natale di quegli incoscienti dei rossi. Per inciso anche i casi di tubercolosi sono molto aumentati da quando abbiamo gli immigrati.

L'ultimo caso (in ordine temporale) di meningite, si è avuto ieri a Padova. Il giovane è grave ed intubato, in sala di rianimazione. Si era presentato al pronto soccorso con febbre alta e cefalea. Si calcola che dal 15 dicembre, probabile giorno del contagio, a ieri, sia venuto in contatto con 200 persone, tra Conegliano e Padova, che ora vengono sottoposte a profilassi antibatterica.

Ricostruendo le mosse del giovane, lunedì sera era venuto a Padova, martedì mattina ha sostenuto un esame all'università di Farmacia, la sera si è sentito male. Dovrebbe aver avuto contatto con 26 persone a Padova. Immagino come devono essere allegri i professori che lo hanno esaminato e gli altri studenti che assistevano all'esame.

20/12/07

Albanese si impicca

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo393062.shtml

Artur Lleshi, l'albanese di 33 anni accusato con il connazionale Naim Stafa del feroce assassinio a Gorgo al Monticano (Treviso) dei coniugi Guido Pelliciardi e Lucia Comin, il 21 agosto scorso, si è tolto la vita nella sua cella del carcere di Padova. Il suicidio di Lleshi è stato confermato all'ANSA dal suo avvocato, Fabio Crea. L'albanese si è ucciso impiccandosi con un lenzuolo.

Al terzo tentativo ci è riuscito, evidentemente non bluffava. Ha ucciso ed è un suicida, ma credo che lassù qualcuno, anzichè raddoppiare, farà "pari e patta" .

19/12/07

Complottando

Più il tempo passa, e più mi meraviglio della stupidità umana, della sua estensione: un oceano vasto e profondo. Esiste una fauna di individui mentalmente instabili, deboli concettualmente, dal carattere incline alla subordinazione. E' l'ideale per qualsiasi manipolatore, questo mare pescoso pieno di tonni.
Dall'inesauribile miniera di idiozie del forum, traggo la notiziola : "Le scie chimiche" . In sintesi le scie di condensazione degli aerei a volte sono "strane"... ovviamente si tratta di aerei cisterna, che hanno il tempo di passare su tutti i cieli del mondo, una cinquantina di volte per ogni "quadrante": Milano, Venezia, Firenza, Roma, Napoli etc. , per scaricare "veleni" progettati dagli USA per sterminarci... Ci sono varianti meno drastiche, tipo che gli USA (sempre loro!) cercano di cambiare il clima per diminuire gli effetti del riscaldamento globale e poter continuare a produrre CO2 a tutto spiano... Secondo altri invece mutano il clima per sfavorire la Cina...E gli aerei dei cattivoni sono "senza insegne" e "non hanno finestrini"...noooo... è troppo...
Non sto neanche a scendere nel merito, ad abbassarmi al livello dei lobotomici, perchè qualche anima pia, 1 su 100, cita fonti scientifiche che smontano l'ennesima bufala.
Ma io mi chiedo, da dove viene questa creduloneria ? Questa umana dabbenaggine che ha raggiunto l'acme nel complottismo riguardante l'11 settembre ?
Ignoranza ? Non credo. Se chiedete a dei veri, onesti contadini, scommetto che si mettono a ridere a crepapelle delle teorie complottiste. Se spiegate con pazienza a degli autentici analfabeti, ma non per questo idioti, vi guarderanno meravigliati, come degli UFO del linguaggio. Diciamo allora mezza istruzione, sono peggio quelli con un'infarinatura (ma molto leggera) di tutto. Sono bravi a cercare su internet, leggono qualche rivista pseudoscientifica, sono per l'omeopatia. Dubitano di tutto, ma mai della loro intelligenza e questo li frega.
Molti, direi i più, e ovviamente con overlap sulla categoria precedente, sono spinti dall'ideologia, dal fanatismo che spera di beccare in castagna l'odiato nemico : gli USA ed il capitalismo. Ma basta essere annebbiati dal marxismo-leninismo per sparare cazzate del genere ? Oddio, i misteri del comunismo sono infiniti, ma non credo che una mente acuta come Lenin, pur nella sua visione distorta della storia, avrebbe potuto neanche per un attimo contemplare pazzie simili. Ma Lenin era Lenin, queste sono mezze seghe di sinistra, politically correct e tutto il resto.
Ecco pazzia... sono i deleteri effetti della legge Basaglia, che ne ha liberati a frotte. Alcuni, i più gravi, amazzano a tutto spiano i parenti, come stiamo vedendo con sempre maggior frequenza ai nostri giorni . Depressione, madri che gettano i figli dalla finestra, mariti che accoltellano nel sonno moglie e bambini, figli che amazzano i genitori e poi si danno fuoco.
Ma a parte questi casi, putroppo evidenti nella loro genesi, benchè i giornalisti amino fare la loro solita domanda imbecille : " Che cosa li ha spinti ad uccidere ? " , che poi viene regolarmente ripresa in forma sociale : " Si può spiegare con il disagio della società moderna ? ", a parte questi casi, dicevo, ne esistono molti di più che sfuggono ad una prima osservazione.
Sono quelli che gettavano sassi dal cavalcavia, una vera pandemia, ricordate ? Dovettero alzare le reti di tutti i ponti delle autostrade italiane. Numerarono ciascun ponte , in modo che si potesse in caso , con una telefonata, indirizzare immediatamente le ricerche sul luogo esatto.
E quelli che avvelenavano nei supermercati l'acqua minerale ? Iniezione di varechina con siringhe, subito sotto il tappo ! Non si tratta di vandalismo, è molto peggio.
E' la pazzia che dilaga a poco a poco, che coinvolge le masse, in un'isteria collettiva di emulazione.
Adesso faccio io il complottista: penso che siano le radiazioni non schermate dal buco dell'ozono, o qualche gas venefico che si sprigiona dalla terra...
Cos'altro potrebbe spingere a votare uno con la faccia da mortadella che promette di tassarti ?

17/12/07

Apologia del comunismo

Strasburgo, 25 gennaio 2006 - Con 99 sì e 42 no, l’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha approvato una risoluzione di condanna dei crimini del comunismo.
La votazione è avvenuta al termine di un acceso dibattito. L’assemblea ha approvato e fatto propria la risoluzione presentata dallo svedese Lindblad (Ppe) a nome della Commissione politica dopo aver bocciato una richiesta di rinvio del voto sulla condanna avanzata dal Pse.
La risoluzione è intitolata ‘Necessità di una condanna internazionele dei crimini dei regimi comunisti totalitari’ e parte dalla constatazione che la grande opinione pubblica è molto poco a conoscenza di tali crimini relativi al secolo scorso e che finora, al contrario di quanto è avvenuto per i crimini del nazismo, nessuna istituzione internazionale ha preso chiaramente una posizione di condanna nei confronti delle atrocità dei regimi comunisti.
A 15 anni dalla caduta del muro di Berlino - dice la risoluzione di condanna - si offre l’occasione per colmare questa lacuna alla luce del fatto che ancora oggi ‘una certa nostalgia del comunismo’ sembra essere presente in alcuni Paesi, per cui c’è il rischio ‘che in alcuni di questi Paesi i comunisti riprendano il potere’.
La risoluzione fatta propria dalla assemblea invita quindi i partiti comunisti o post-comunisti degli stati membri del Consiglio d’Europa che non l’hanno ancora fatto a ‘riesaminare la storia del comunismo e il loro proprio passato, a prendere chiaramente le distanze dai crimini commessi dai regimi comunisti totalitari ed a condannarli senza ambiguità’.
Quindi le cifre, tragiche, dei crimini del comunismo: secondo una valutazione per difetto - dice la risoluzione - il numero delle persone uccise dai regimi comunisti è questo: Unione Sovietica, 20 milioni di vittime; Cina, 65 milioni; Vietnam, 1 milione; Corea del Nord, 2 milioni; Cambogia, 2 milioni; Europa Orientale, 1 milione; America Latina, 150 mila; Africa, 1,7 milioni; Afghanistan, 1,5 milioni.
Il totale, secondo la risoluzione di condanna, sfiora i 100 milioni di vittime tra esecuzioni individuali e collettive, decessi nei campi di concentramento, vittime della fame e delle deportazioni.
Chi non ha letto il post fino in fondo... comunista è... ma chi l'ha letto tutto non è detto che non lo sia... hehehe

16/12/07

Immigrati in azione

GUARDATE QUESTO BEL FILMATO !!!


Eccoli... e non si tratta di un rumeno o di un albanese, è uno di quei " giganti buoni " che passano di casa in casa suonando ai campanelli cercando di vendere qualche accendino, oppure sono seduti ed espongono la mercanzia per strada. Hanno un'aria bonacciona, quasi innnocente, certo se ad incontrarli è una vecchietta indifesa...
Ad uno così gli farei un bel foro in fronte con una calibro 9, giusto in mezzo agli occhi.

P.S. Potrebbe essere vostra madre, o vostra nonna, o la zia... e siamo di giorno, con le macchine che passano a pochi metri ! Ci pensate cosa stanno diventando le città al primo calar delle tenebre ? Ma già li sento i soliti buonisti rossi del cazzo... ma ci sono anche delinquenti italiani che fanno le stesse cose... solito ritornello, perchè tagliare le unghie se ricrescono ?
P.P.S. Qualche RDM afferma che il filmato sia stato girato negli USA... farebbe molta differenza se fosse vero ?

15/12/07

Natale dei "laici"

Quella maestra cretina della IV C di Firenze, aveva proibito ad un alunno di disegnare il Bambin Gesù per una decorazione per la classe. Solo in un covo di brigatisti come la Toscana, di mangiapietri e senzaDio, si può trovare gentaglia del genere. Riciclati dai centri sociali, ex-sessantottini, secondo i quali lo stato deve essere "laico". Cioè a Natale si festeggia cosa ? Neanche i mustafà si spingono a tanto... per adesso.
Si è scusata, la baldracca rossa, ma solo dopo essere stata sputtanata sul Giornale da una lettera di protesta del padre dell'alunno. Aveva detto due volte di no al piccolo, facile fare i gradassi con chi non può difendersi.
Adesso è stata sospesa in via provvisoria ma sapete perchè ? Perchè vietando il disegno di Gesù veniva inibita la "creatività dell'alunno" . Mi pareva strano... insegnanti, preside, l'Ufficio scolastico regionale... scommetto che sono tutti rossi. Non per motivi religiosi quindi, ci mancherebbe altro... leggo che in una scuola di Milano, in una recita, Gesù è stato sostituito da " Pacifì "... un extraterrestre che su un disco volante arriva e porta pace e giustizia.
Fanno proprio schifo, ma schifo, anzi ribrezzo ! Questi rossi, truppe d'avanguardia dei mustafà, vuoi vedere che prima o poi proporranno di festeggiare il Ramadan ?
E a parte queste cimici, il mio pensiero va a quel bambino che ha avuto la sfortuna di incocciare una strega rossa. Per fortuna ha un padre comprensivo, disposto pure a perdonare la maestra.

11/12/07

La "cultura" dei Rom

Dedicato a quei coglioni con la erre moscia che paVlano di cultuVa dei Vom... http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=226641
"un’associazione per delinquere composta da romeni di etnia Rom responsabili di riduzione in schiavitù, tratta di minori, furto, rapina, gioco d’azzardo ed usura."...
"la banda controllava 34 minorenni, l’attività di ognuno dei quali fruttava mediamente 800 euro al giorno. La banda, tutta composta di zingari, si occupava del reclutamento dei ragazzi, che venivano portati in Italia e costretti, «in totale stato di asservimento», a commettere furti, scippi e rapine nei luoghi più affollati di turisti, come nel piazzale antistante la stazione centrale di Milano. I guadagni venivano inviati in Romania grazie a corrieri compiacenti. La banda era strutturata su tre livelli: c’erano i capi, i complici che controllavano l’attività dei ragazzini nelle cinque città italiane, e altri che, dicendosi parenti stretti dei giovani, li recuperavano quando essi venivano fermati dalle forze dell’ordine. "

Te capì ? 800 euro al giorno, per forza che non vanno a lavorare, questi luridi pidocchiosi rifiuti ambulanti. La cultuVa dei Vom... lavorano i metalli, fanno utensili in ferro battuto... sono spiriti liberi...

Stranieri e stupri

Un articolo su Repubblica : http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/cronaca/stupri/stupri/stupri.html
ROMA - Non sono immigrati ma italiani i responsabili della piaga della violenza sulle donne nel nostro Paese. Secondo le stime dell'Istat, non più del 10% degli stupri commessi in Italia è attribuibile a stranieri, contro un 69% di violenze domestiche commesso a opera di partner, mariti e fidanzati. Dati che fanno crollare d'un colpo il luogo comune che associa l'immigrazione a una diminuzione della sicurezza nelle città italiane. Secondo l'Istat, che oggi ha aperto, nella sua sede centrale a Roma, il Global Forum sulle statistiche di genere, solo il 6% degli stupri in Italia è commesso da persone estranee alla vittima: "Se anche considerassimo che di questi autori estranei la metà sono immigrati - ha spiegato Linda Laura Sabbadini, direttore centrale dell'istituto di statistica - si arriverebbe al 3% degli stupri; se ci aggiungessimo il 50% dei conoscenti, al massimo si arriverebbe al 10% del totale degli stupri a opera di stranieri".

La statistica... questa sconosciuta ! Vedete gli errori ?
1) 6% di stupri commessi da sconosciuti di cui la metà commesso da stranieri.
STOP ! LEGGETE BENE, CON CALMA, E RIFLETTETE....

Il conto sopra riportato IMPLICA che il 94% degli stupri sono commessi da persone conosciute, la gran maggioranza entro le mura domestiche. Ma di questi stupri NON ci interessa, quando parliamo di violenza nelle città, nelle strade !!!
E' proprio il 6% di stupri commessi da SCONOSCIUTI che ci preme. Di questi ben il 50% è commesso da stranieri !!! Ora... siccome diciamo il 5% della popolazione è straniera, ne discende che ci si dovrebbe aspettare che gli stranieri fossero responsabili di un' ANALOGA quota di questi stupri (commessi da NON CONOSCENTI). Invece del 5% ATTESO , gli stranieri commettono la metà, cioe il 50% degli stupri, cioè 10 volte di più della percentuale attesa !!!
Delinquono (stuprano) 10 volte di più degli "Italiani".
Gli stranieri "semplicemente" NON conoscono ragazze italiane e violentano solo sconosciute, purtroppo non hanno figlie, nipoti ecc. italiane in CASA, e per "ravvivare" un po' la seratina, devono giocoforza uscire di notte nelle strade o nei parchi...
Viceversa facciamo un esempio spero lampante (!): se un'italiana viene violentata da uno sconosciuto (esclusi quindi padri, zii, amici vari) al buio in un tunnel (e non può quindi riconoscerlo), ha un 50% di probabilità di essere stata violentata da uno straniero, nonostante questi siano solo il 5% della popolazione !!! Perchè ? perchè gli stranieri indulgono nel "vizietto" 10 volte più degli Italiani.
Quei cazzoni di Repubblica, l'ISTAT e tutta la stramaledetta genia di rossi, dovrebbero fare più attenzione quando "MANIPOLANO" i dati (cosa in cui sono maestri). Non asini quindi, ma in malafede, marci.
L'errore macroscopico è riportato su tutti i quotidiani specie di sinistra e messo in grande evidenza. Popolo di ignoranti gli Italiani, non parliamo dei più ignoranti in assoluto : i giornalisti. Pazzesco !

10/12/07

DNA di Watson

Fa notizia il fatto che nel DNA di Watson c'è un 16% di geni di provenienza africana ed un 9% di provenienza asiatica. E giù a ridere... ma gli imbecilli non si accorgono che gli stanno dando ragione. Allora siete d'accordo sul fatto che esistano geni più frequenti nei neri che nei bianchi ? E ovviamente viceversa...
Allora se io per ipotesi arrivassi a scoprire un gene dell'intelligenza potrei QUANTIFICARNE la presenza nei neri e nei bianchi (e nei gialli etc.) ! Ovviamente il gene codificherebbe per un'intelligenza diciamo superiore alla media, oppure potrebbe trattarsi di un'eredità poligenica ed allora bisognerebbe quantificare quanti geni dell'intelligenza ci sono mediamente nei bianchi e nei neri.
Il concetto è che come i geni portano ad ENORMI differenze di carattere somatico, vedi colore della pelle, degli occhi, dell'ovale, del naso, dei capelli, della statura, del peso e così via, quasi all'infinito... ebbene NO, non è neanche lontanamente ammissibile.... neanche per la più pallida ed esile via ipotetica, "ad absurdum" , che qualche derelitto e sperduto gene abbia a che fare con l'intelligenza, o con qualche tipo di intelligenza, o con la predisposizione alla matematica, o con la capacità di memorizzare, o con l'attitudine all'introspezione, o con quel cazzo che volete voi...
Una volta gli psichiatri, sotto la spinta degli psicologi (notoriamente rossi) erano portati a considerare le malattie mentali come frutto dell'interazione dell'ambiente sulla psiche, privilegiando di gran lunga l'ambiente. Grandi dibattiti: fattori ereditari o ambiente... la schizofrenia non POTEVA essere dovuta a fattori genetici... questo una volta... adesso man mano che si procede, man mano che la genetica avanza, i fautori "dell'ambiente" (e di riflesso del "sociale"), stanno perdendo vistosamente la battaglia, su tutto il fronte. Tutto si direbbe sta diventando di pertinenza "genetica", perfino la predisposizione alle malattie, perfino il cancro.
No, ma l'intelligenza NO !!! Che diamine !!! Patetici...

Qualità della vita

Non ho mai dato troppo peso a queste valutazioni, cmq sono andato a vedere per curiosità la posizione delle città venete, fonte Ecus.
9° BELLUNO
14° VENEZIA
15° VICENZA
17° ROVIGO
21° TREVISO
22° VERONA
23° PADOVA
Inutile dire che nessun'altra regione può vantare 7 città nelle prime 23 posizioni (praticamente tutto il Veneto), l'Emilia-Romagna ne ha 5. Adesso facciamo come in sala chirurgica, quando ti fanno contare alla rovescia mentre ti somministrano l'anestetico...
102° NAPOLI
101° CROTONE
100° BENEVENTO
99° TARANTO
98° AGRIGENTO
97° CALTANISSETTA
96° REGGIO CALABRIA
95° CATANZARO
94° ENNA
93° CASERTA
92° VIBO VALENTIA
91° PALERMO
90° COSENZA che scifezza... prosegue...pesco le più grosse...
87° MESSINA
85° TRAPANI
84° BARI 'na forza la Puglia...
83° SALERNO
80° FOGGIA
78° SIRACUSA
77° RAGUSA minkia sti siculi....
76° BRINDISI
75° CATANIA
Me so' stufato con tutta sta terroneria... due mondi, due dimensioni parallele (si fa per dire), senza alcun punto di contatto, come dire Zurigo e Tripoli... stessa cosa.

08/12/07

Censis

Premetto che sto Censis ma chi cazzo se lo fila ? Già l'ISTAT è rosso... ma rosso... ma così rosso... che in confronto le fragole sono patate anemiche, ma un istituto di ricerca che si chiama Centro Studi Investimenti Sociali... mi puzza. Quando vedo parole chiave tipo "SOCIALE" , oppure "SOLIDARIETA' " o "COMITATO" o "QUARTIERE" o "POPOLARE" etc. etc. , il grande fratello che è in me, l'Echelon, rizza le antenne...
Comunque, se si tratta di numeri, con buona pace di Trilussa, qualcosa si può cavar fuori.

Leggo: - Il Paese dei telefonini. Il numero dei telefonini continua a crescere. Li possiede l'86,4% della popolazione contro il 92,1% delle tv. Il telefonino è utilizzato dal 76,9% degli uomini e dal 75% delle donne con punte di oltre il 96% fra i giovani di età di 14-29 anni. Al centro è record di telefonini dove si registra un indice di penetrazione dell'84,5%. -

Te pareva... "cosa è che ti ho proprio precisamente" sottolineato in corsivo/grassetto ?... hihihi... mi conoscete...
Ironia sui telefonini se ne può fare a piene mani. Non sono certo il Carlo Goldoni di una volta, ma solo qualche noticina... avete notato che i Rumeni, gli slavi, perfino i marocchini e vuccumprà vari, sono sempre col telefonino in mano ? Hanno una straordinaria dimestichezza, digitano con incredibile velocità, mentre parlano si guardano in giro sospettosi. Non è che si tratti di idraulici, anche quelli sempre col telefonino, sono proprio gli stranieri in generale (azz extracomunitari è diventato restrittivo, rimangono fuori i Rumeni, i peggiori), e non sto parlando di Americani o Olandesi, che adorano il telefonino.
Gli stranieri... e quelli del centro-sud (appunto dicevo) ! I cari signori "Lo Stato ci DEVE AIUTAREEEE" amano il telefonino. Non navigano nell'oro, ma ad un telefonino non si può rinunciare. Vuoi mettere poter camminare e telefonare a Concetta per raccomandarle di buttare la pasta che fra poco si è a casa, poi a Gaetano "Dimmi dimmi, Gaetà... chessidice ? Che aria tira ? ". Poter parlare, anzi urlare (già "normalmente" colloquiano a 78 decibel) sentendosi giustificati da non si sa bene quale diritto divino di precedenza. "COME DICIIIII ? Vabbuò Gennà , MO' STO' OCCUPATO ( chissà a fare che, a parlare ? ) , ci risentiamo , STATTIBUO' ... SE ... SEEE ... anche tu ... saluta A Peppino, Cammela, Totò, Mimì, Didì - Vavà - Pelè (no quello era l'attacco brasiliano) ".
Ma meglio di mille parole, vale il genio ironico di un comico come Proietti...

07/12/07

Politichese

Lo dice il Censis nel suo rapporto annuale sulla situazione sociale italiana, diffuso oggi, riguardo all'integrazione con gli stranieri. Cito (corsivo mio):
Il rapporto indica il rischio di una "possibile deriva verso una politica centrata esclusivamente sull'ordine pubblico", come "portato" di una società "della molecolarizzazione esasperata" che preferisce un approccio "penale" rispetto alla "strada faticosa delle relazioni e della solidarietà". E in controtendenza con chi critica il "sociologismo" indulgente verso chi commette crimini, il Censis ribadisce la necessità di "un approccio insieme sociologico e quantitativo".

Io, invece, sarei del parere che necessita un approccio più diretto per giungere ad un'esegesi ermeneuticamente intrinseca della problematica esistenziale inferita dal sopracitato ed esaustivo rapporto: " ARIA AI MONTI... FORA DALLE BALE !!! "

Oriana

Mi capita di rileggere "La rabbia e l'orgoglio". Più sotto ecco come si rivolge alle persone che "si cullano ancora nella prudenza e nel dubbio".
Ai rossi è inutile parlare, andrebbero "resettati", aggiungo io. Sono quelli che prima ridacchiando gongolano per l'11 settembre e poi, per aggiungere la beffa al danno, sostengono che sia stata tutta una macchinazione USA...
-------
E con i figli di Allah la faccenda sarà dura. Molto lunga e molto dura. Ammenoché il resto dell'Occidente non smetta di farsela addosso. E ragioni un po' e gli dia una mano.
Non sto parlando, ovvio, alle iene che se la godono a veder le immagini delle macerie e ridacchiano bene–agli–americani–gli–sta–bene. Sto parlando alle persone che pur non essendo stupide o cattive, si cullano ancora nella prudenza e nel dubbio. E a loro dico: sveglia, gente, sveglia! Intimiditi come siete dalla paura d'andar contro corrente cioè d'apparire razzisti (parola oltretutto impropria perché il discorso non è su una razza, è su una religione), non capite o non volete capire che qui è in atto una Crociata alla rovescia. Abituati come siete al doppio gioco, accecati come siete dalla miopia, non capite o non volete capire che qui è in atto una guerra di religione. Voluta e dichiarata da una frangia di quella religione, forse, comunque una guerra di religione. Una guerra che essi chiamano Jihad. Guerra Santa. Una guerra che non mira alla conquista del nostro territorio, forse, ma che certamente mira alla conquista delle nostre anime. Alla scomparsa della nostra libertà e della nostra civiltà. All'annientamento del nostro modo di vivere e di morire, del nostro modo di pregare o non pregare, del nostro modo di mangiare e bere e vestirci e divertirci e informarci. O Non capite o non volete capire che se non ci si oppone, se non ci si difende, se non si combatte, la Jihad vincerà. E distruggerà il mondo che bene o male siamo riusciti a costruire, a cambiare, a migliorare, a rendere un po' più intelligente cioè meno bigotto o addirittura non bigotto. E con quello distruggerà la nostra cultura, la nostra arte, la nostra scienza, la nostra morale, i nostri valori, i nostri piaceri...Cristo! Non vi rendete conto che gli Usama Bin Laden si ritengono autorizzati a uccidere voi e i vostri bambini perché bevete il vino o la birra, perché non portate la barba lunga o il chador, perché andate al teatro e al cinema, perché ascoltate la musica e cantate le canzonette, perché ballate nelle discoteche o a casa vostra, perché guardate la televisione, perché portate la minigonna o i calzoncini corti, perché al mare o in piscina state ignudi o quasi ignudi, perché scopate quando vi pare e dove vi pare e con chi vi pare? Non v'importa neanche di questo, scemi? Io sono atea, graziaddio. E non ho alcuna intenzione di lasciarmi ammazzare perché lo sono.
-----

06/12/07

Hit Parade

1. ROSSI
2. ZINGARI
3. RUMENI
4. ALBANESI
5. MOEZZIN
6. TERRONI
7. ROMANI

Noto con piacere che con l'età oltre ai capelli sempre più bianchi, si raggiunge un equilibrio interiore, una visione del mondo distaccata, pacifica, serena. Non più intolleranze, solo sorrisi a piene mani.
Come un novello Zarathustra, vago col mio nodoso bastone attorno alla grotta, quando all'improvviso incontro un tizio: ha la maglietta del Che, blu-jeans rotti, una bandana rossa, capelli lunghi, barba incolta. Alza la mano sinistra a pugno e mi fa "Ciao compagno, hasta la victoria, siempre ! ". Gli rispondo "certo...certo" mentre continuo ad avvicinarmi, ed appena è a tiro... DADAAAAANNNNGGG !!!! Una bastonata sugli incisivi... rimane immobile, con la bocca aperta, e come nei cartoni animati, i denti gli cadono uno ad uno.
Passin passetto vedo dietro una roccia uno zingaro con un grande cartello : "Fame manciare prego". E' sulla sedia a rotelle e ha gli occhiali scuri ed un bastone bianco... "Vuol farmi fesso" mi dico, "Vieni, ti accompagno a casa, ho giusto delle provviste che mi avanzano"... "Grazie amico"... spingo la sedia a rotelle e mi dirigo diritto verso il bordo del burrone. Adesso si mette a gridare penso... proseguo... proseguo... CRASHHHH !.. la sedia e lo zingaro piombano nel vuoto e si schiantano 300 metri più in basso... ma allora diceva la verità, è bello trovare ancora qualcuno sincero al giorno d'oggi.
Proseguo e mi si fa incontro un tipo grasso, sporco, che non ti guarda mai in faccia. "Sono muratore, venire da Bucarest, tu dai da manciare me capito ?". "Ahhh sei muratore ? Ho giusto bisogno di chiudere lo sgabuzzino nella mia grotta". Lo faccio entrare e si mette al lavoro, tirando su un bel muro di mattoni. "Ma senti... se io chiudere qui... da dove uscire dopo ? ". "Non ti preoccupare, se finisci in fretta ti pago ancora di più ". Il cottimista termina il muro in 37 secondi e mezzo, gli faccio "Bravo" ed esco dalla grotta, incurante delle sue urla. Ci ritornerò fra un paio di settimane.
Dall'alto della montagna in cui vivo, novello eremita, si gode un panorama stupendo. L'aria è tersa e quando c'è bel tempo, come oggi, l'orizzonte dista centinaia di chilometri. Dall'alto domino la baia, ed ecco che ti vedo una strana imbarcazione che prosegue lentamente. E' stracarica di persone, sono tutti albanesi, ci saranno almeno 80 donne di cui 79 incinte, 80 bambini e un solo uomo, evidentemente un travestito, come confermato da tutti i telegiornali nazionali.
Senza indugio avviso la capitaneria di porto che manda subito ad accoglierli la Decima Flottiglia Mas... ed anche questa è fatta...
Poi inizio a farci caso, è la terza volta che sento uno urlare come dall'alto. Vado verso la provenienza del suono e su un'altissima torre, saranno almeno 75 metri, vedo uno che sbraita. Un barbudo con la gonnella ! Strano, non ci avevo mai fatto caso prima, e sì che dista poco dalla mia grotta. Ma si sa, questi cammellieri si fanno dare il terreno, poi i permessi dal comune rosso (tutti i comuni sono rossi), e zac-zac, in quattro e quattr'otto ti ritrovi che spuntano dappertutto come funghi le moschee. Senza alterarmi minimamente tiro fuori il cellulare e compongo il numero del mio amico Calderoli: "Se ghè ?"... "Robertino, avrei bisogno di una cortesia"... e gli spiego il problemino, alla fine mi assicura "Ghe pensi mì, ti mando 4 ragassuoli, di quelli con le mani grandi come pale, con una trentina di maiali grossi come panzer, vedrai che li ricopriamo di merda che neanche il giudizio universale..."..."OK, grazie, salutami il senatur, W LA PADANIA".
La giornata volge ormai al tramonto, e m'incammino verso la grotta, tanto il rumeno si sarà ormai rassegnato, quando un suono attrae la mia attenzione. DINDI DONDI... DINDI DONDI... ma certo, uno scacciapensieri. Non faccio in tempo a scacciare il pensiero che "Baciamo le mani vossia"... un tizio losco... coppola, baffi, occhiali da sole riflettenti, stuzzicadente in bocca. "Don Vito ! Che piacere rivederla, dovrebbe farmi una cortesia"... "Asssua complecia cisposizione"... "Si tratta..."
Tempo dopo si sente una specie di canto "E noi je dimooo... e noi je famoooo"... "Aooo... mannocazzosoffinito?"... "Magguardatè quer pazzo dov'è annato a cacciarsi, ma mo' lo becco, ciò er 740 in saccoccia"... "Ettuchissei ? Machevvoi ? Machitteconosce ? Pussavia brutta bertuccia... aoooo!... enno..."... BANG !...
"Desidera qualcos'alcio vossia ? Dovrei ciornare in Cinacria, c'è Concetta che mi aspeccia"... "Vai pure Vituzzo, sono in debito con voi, quell'agente dell'erario era insopportabile, a presto (si fa per dire) ".

05/12/07

Corrosive

- Qual'è il vocabolario dei Rumeni ? Lo Zingarelli

- Cosa fa uno zingaro dentro una pressa ? Il CD-Rom

- Uno zingaro guida tranquillamente per la strada con la sua Mercedes nuova appena comprata regolarmente in un concessionario, quando ad un certo punto si buca una delle gomme anteriori dell'auto. Scende dall'auto bestemmiando e si appresta a cambiare la ruota quando si avvicina una Fiat Panda special con a bordo un altro Zingaro che gli chiede se può dargli una mano con l'auto. Il proprietario della Mercedes dice: "Si amico, grazie mille!"
Allora l'altro zingaro prende una pietra e sfonda il finestrino della Mercedes. Il proprietario dell'auto furibondo gli urla: "Ma che cazzo fai? Vuoi distruggere l'auto?"
E l'altro zingaro risponde: "Non mi hai detto tu che potevo aiutarti? Beh lo sto facendo, tu prendi le ruote e io l'autoradio!"

- Perchè i terroni non vogliono giocare a nascondino ? Perchè nessuno andrebbe a cercarli.

- Perchè gli Americani hanno i neri e noi i terroni ? Perchè loro hanno potuto scegliere per primi.

P.S. Ops le ultime due non c'entrano... sono le associazioni di idee che ti fregano...

04/12/07

Roma ladrona !

Marrazzo, presidente della regione Lazio, quello che faceva " Mi manda Rai 3" a difesa dei consumatori ... hihihii ... cena di rappresentanza per lui ed altre 3 persone 1300 euro.
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=225012
"Ho appena letto la determina e ho dato mandato di calmierare le spese delle cene di rappresentanza. Il costo di quella cena è sicuramente eccessivo, vi ringrazio per la segnalazione"
Non lo sapeva neanche, ci ringrazia ... sta lavorando per noi ...
Poi dite che Bossi non ha ragione ? Siamo stufi di mandarvi "giù" i soldi, romani di merda...

25/11/07

Sindaci veneti

Sull'esempio del sindaco di Cittadella si stanno muovendo in tanti, sindaci di destra e di sinistra. Norme europee per la precisione, giuste, sacrosante, come in una logica di buon senso è l'accertarsi della provenienza del reddito di chi chiede la residenza. Se poi lo vuole fare la magistratura ben venga, basta che lo faccia !
Amato definisce la vicenda "curiosa", sto sfigatello con la puzza sotto al naso. L'unica volta che si è mosso alacremente, direi come un fulmine, è stata in occasione del prelievo forzoso dai CC del 6/°°, lo smilzo velociraptor. Fini approva... da quando Berlusconi minaccia di mandarlo a spasso con la creazione del nuovo partito, è tutta una rincorsa affannosa a destra, sgomitando, a dimostrare che AN non puntava al centro... hihiii
Per fortuna che esistono i Veneti e la Lega, ultimo baluardo in questa Italia di rossi maomettani, di zingari rumeni, di giudici brigatisti, di romani di merda, Veltroni e Rutelli in testa.

21/11/07

Impronte digitali

Usa, impronte delle 10 dita per tutti. Negli aeroporti turisti e lavoratori stranieri dovranno sottoporsi ad un esame su entrambe le mani. (Corriere)

Fanno BENISSIMO gli Americani !!! Dall'articolo si deduce che lo fanno anche i Giapponesi. E dovremmo farlo pure noi: tutti gli stranieri, ed estendere la rilevazione anche a tutti i cittadini Italiani. Già le sento le isteriche donnette sinistroidi : "La privacy no... la privacy no... mamma ciccio mi tocca... "
Oddio per quelli scesi dai gommoni forse occorrerebbe prendere anche le impronte dei piedi... hihihiiii...

P.S. Cliccate sull'etichetta "Privacy", c'era un articolo premonitore già in aprile... precorro i tempi... mammacommesdò...

18/11/07

Fumo a Napoli

Non c'entra il Vesuvio...
Napoli, 17 nov. (Adnkronos/Ign) - Fumo vietato da domani nei 43 parchi cittadini di Napoli. Lo ha stabilito un'ordinanza comunale emessa dall'assessore alla Sanità, il Verde Gennaro Nasti. Presto il Comune doterà i 43 parchi cittadini della cartellonistica che avverte del divieto di fumo che scatterà nel momento in cui nei parchi pubblici ci sarà la presenza di minori di 12 anni e donne incinte. Plauso all'iniziativa dai ministri dell'Ambiente e della Salute. Un provvedimento che porta ''Napoli all'avanguardia'', per Alfonso Pecoraro Scanio. Sulla stessa linea anche Livia Turco.

Verdi, Pecorina, li Turchi... già ci sarebbe da sospettare... di solito fanno cazzate...
Vietare il fumo nei parchi... se ci sono donne incinte o minori di 12 anni. A che distanza ? Che mese di gravidanza ? Minori con o senza carta d'identità (magari coi genitori). E se i minori sono con la colf filippina ?
Ma dico, state scherzando ? Io non fumo più ma il provvedimento mi pare un'immane stronzata. Allora fate prima a vietare del tutto il fumo già che ci siamo.
E poi... Napoli !!! Hihihiiii.... ma con tutte le tonnellate di spazzatura che seppelliscono la città e tutta la Campania, state a pensare a chi fuma all'aria aperta ? Ma non avete nient'altro da fare ? Ma pensate a ripulire quel cesso di città che avete...
"Ma mi faccia il piacere", come disse l'illustre paisà vostro...

11/11/07

Vita dura per i mustafà


Sul luogo dove sorgeva il "glorioso" centro sociale "gramigna", a Padova, vogliono costruire una moschea. Il sindaco rosso Zanonato sarebbe estasiato ma... c'è un ma ! Una decina di leghisti sono andati sul posto e hanno fatto passeggiare un ma-iale. Dalla gramigna, alla possibile moschea, alla merda del suino, non vedo differenze sostanziali...
Ovvove... Ovvove !!! Tutti a strillare con gridolini isterici, dai rossi a Galan, passando pure per gli ebrei, fino ai diretti interessati: i moezzin.
"Il fine giustifica i mezzi", se basta così poco per far scappare a "gonne" levate i barbudos col corano, la vedo dura per loro, vorrà dire che le moschee le costruiranno a sud del Po, oppure su delle palafitte... hihihi
Ho sempre apprezzato l'intelligenza di Oriana, riguardo alla costruenda moschea a Colle Val d'Elsa, cito :
«Se sarò viva, andrò dai miei amici di Carrara - dove c'è il marmo, sapete. Sono tutti anarchici. Con loro, prendo gli esplosivi. E faccio saltare in aria la moschea. Non voglio vederla. Non voglio vedere un minareto di ventiquattro metri nel paesaggio di Giotto. Quando non posso nemmeno indossare una croce o portare una Bibbia nel loro paese! Così la faccio esplodere».
Non occorre il tritolo, in questo ammiro la "pragmatica" semplicità di un Calderoli: geniale ! E poi... non state tutti a rompe' li cojoni con "prevenire è meglio che curare" ?

P.S. Se dovessi andare alla stazione dei treni di notte, a 'sto punto mi porterei dietro un maiale, altro che pitbull... hehehe

07/11/07

Biagi

Si strappano i capelli, c'è chi ingoia ettolitri di varechina, bisogna stare attenti ad affacciarsi al balcone, continuano a buttarsi dai piani alti...
Adesso ritirano in ballo Berlusconi che martirizzò il povero sprovveduto giornalista dallo stipendio a 9 zeri. Quello che teneva bordone ad illuminati ed equidistanti campioni come Santoro, Luttazzie e Benigni in piena campagna elettorale.
Per i rossi, presi dai problemi per loro insolubili della sicurezza, è l'occasione per rifiatare, per spostare l'attenzione sull'eterno, odiato nemico : il cavaliere. L'ultimo favore del kompagno Biagi.

04/11/07

Girare la frittata

Sport in cui eccellono i rossi ovviamente. Genova ? L'hanno sfasciata i poliziotti. Problema immigrazione ? Colpa della destra... Rutelli e Amato , semplicemente rivoltanti nella loro faccia tosta. Dov'è finito il buonismo marxista ? Gli immigrati sono una risorsa, pagheranno la pensione a noi italiani, i rom fanno al massimo qualche furtarello, la CULTURA dei rom, e via di seguito con le coglionate. Non fare di tutta un'erba un fascio, ci sono i muratori rumeni, non tutti sono dei criminali. Anche quello che ha ammazzato la donna a Roma lavorava saltuariamente come muratore...
Poi ha colpito molto il cervelletto dei sinistrorsi (dei sinistrati meglio) il fatto che quella che ha denunciato il bastardo fosse anch'essa rumena e zingara. Vedete ? C'è una santa, una brava ragazza, gongolano i dementi, ma sorvolano sul fatto che PROPRIO perchè ha osato denunciarlo, adesso quella onesta e coraggiosa rumena è stata pesantemente minacciata dagli altri, dalla comunità a cui apparteneva ! Ma come, non si parlava di cultura rom ?
Altri tentano dei pietosi e disperati distinguo: rom, rumeni, rumeni/rom... fuori tutti, chi delinque E CHI non ha un lavoro.
Il paradosso surreale è che in Romania la criminalità è bassissima !!! Ci hanno spedito tutta la feccia, come fece l'Albania a suo tempo. Siamo la patria dei coglioni (parlo ovviamente di quelli che hanno votato Prodi pur sapendo che li avrebbe tassati), tutti lo sanno che da noi le leggi fanno pena, che nessuno le applica, che ci sono vacanze premio, indulti, tutto l'armamentario escogitato dai magistrati rossi per alleviare l'ansia del detenuto, specie se straniero.
A Genova arrestati 4 rom, avevano 2 milioni di euro in un conto corrente !!! Du mijoniiiiiii !!! Furtarelli (alla faccia !), bazzeccole... proventi derivati dalla vendita di pentole e suppelletili della loro profonda cultura (i Greci antichi ma chi sò ?). E dove abitavano ? Campi nomadi ? Roulotte ? Ma chè... il comune gli aveva assegnato una bella e linda casetta popolare, facendogli scavalcare centinaia di richieste di Genovesi....
Ma siamo, anzi sono (i rossi) fuori di testa ? Sragionano, sono malati, abbisognano di cure psichiatriche... urgenti ! Speriamo solo che cadano il prima possibile e la smettano di causare disastri.
Asp... il capogruppo al Senato di Rifondazione comunista Giovanni Russo Spena fa sapere che il decreto-espulsioni va modificato in «punti essenziali», perché al momento è «inaccettabile». Me pareva... non riconoscevo più i rossi... "Quand la merda la monta in scagn o che la spuzza o che la fa dagn".
E per finire in bellezza, la Romania ci intima "basta atti xenofobi, trovate i colpevoli" , riferendosi alla ritorsione/rissa sempre a Roma fra italiani e rumeni. La Romania... ci intima... guardate come ci regoliamo dalle nostre parti : a Vicenza un ubriaco in motorino (un 37 enne di Padova !!!) ha investito una rumena. Si è prontamente fermato, anche perchè lei gli gridava dietro insulti a squarciagola, ma invece di soccorrerla, l'ha picchiata ed è andato via... hihihihihiiiiiiiiiiiiiiii

31/10/07

Pajazzi

Pagliacci, in veneto. Si accorgono solo quando vengono pizzicati sul culo, a Roma, che c'è un problema criminalità dovuto agli stranieri. Due anziani assassinati e lei stuprata con uno scalpello nel trevigiano dai soliti rumeni sono "routine", la donna di Roma (poveretta) stuprata e gettata nella scarpata dal rumeno di turno fa muovere Veltroni, Prodi, Napolitano.

Veltroni, l'allocco,
si tradisce : "si tratta di un'espressione di violenza che da qualche mese ha cominciato a manifestarsi in questa città e che testimonia che c'è stato un cambiamento di clima".
Allora il clima cambia SOLO quando è interessata la capitale ? Nessuno gli ha parlato, a quel deficiente, delle rapine in villa nel NORD Italia, che durano da ANNI ?
"Non si possono aprire i boccaporti", ha detto, ricordando che Roma era la città più sicura del mondo "prima dell'ingresso della Romania nell'Ue".

Chiudete le stalle quando i buoi sono scappati, rossi di merda, me ne sbatto i coglioni di Roma !!! Poi non volete le ronde padane ? Ma non vi preoccupate, romani del cazzo, ci armeremo, una pistola in ogni casa, anzi un fucile, e vedete di non farvi beccare da queste parti, che fra un rumeno e un romano non staremo troppo a sottilizzare...

30/10/07

I conti della serva

Abbiamo quasi quattro milioni di extracomunitari. Oggi leggo che i dipendenti pubblici (ancora peggio dei primi...) sono tre milioni e mezzo. Te credo che incoraggia gli sbarchi la servetta Prodi : costerà meno un voto che arriva sul gommone piuttosto che uno stipendio mensile metti sui 1000 euro...
Adesso c'è in aria la proposta di trasformare gli incarichi pubblici precari in stabili (o definitivi). Un altra valanga di soldi sotto le richieste dei bertinottiani e carusi vari. Mi ricordo che la puttana Prodi ha fatto la stessa cosa l'altra volta, prima di dimettersi. Spargere soldi pubblici a piene mani qua e là, ovviamente non a casaccio, in vista di possibili elezioni.
Dopo la "redistribuzione del reddito", un eufemismo per significare rapina ai danni dei ceti medi, ecco la "compravendita dei voti". Del resto in un paese di vallette che ci si può aspettare ?

29/10/07

Sfoltiamo

Ormai tutti o quasi (esclusi Benetton, Barilla e pochi altri) non arrivano a fine mese, e lo dicono da 4-5 mesi a questa parte, come una litania, eppure non mi pare di vedere tutto questo spazio...
Perle di saggezza
Un comunista è uno che ce l'ha con la gente bella e piena di soldi... hihihiiiiiiiiiiiiiiiiiii

27/10/07

Nord - Sud

Ho visto Teresa Mannino su Zelig Circus. Mi è piaciuta molto. Ironica sui meridionali, senza volerne nascondere i difetti, e proprio per questo evidenziando i pregi della sua terra.
Ecco un duetto con Minutoli su Zelig off , in cui fa un po' da spalla al bravo comico "padano".

"Scendendo" un po', ecco le problematiche della società multietnica, multiculturale, multi 'sto par de balle insomma...

25/10/07

Lega Nord

... la vedono come il fumo negli occhi, e non solo i terroni, che potrei capire, e pure i moezzin col turbante, e così i rossi, eterni disfattisti, ma anche gente del nord. Questi ultimi probabili ex-dc di merda. Sono peggio degli altri, rancorosi, hanno perso il potere, figurarsi.
A me un Borghezio o un Gentilini fanno sorridere, specie quest'ultimo, con quell'aria da sceriffo un po' avvinazzato. E Calderoli che porta a spasso il maialino e le sue magliette.
Fanno bene !!! Bisogna rendere dura la vita ai puzzolenti mullah con la barba che pensano solo ad aprire nuove moschee. Col giretto ecologico del maialino dovranno costruirsele sulle palafitte...
Perfino i patetici rossi come Veltroni iniziano ad ammettere che c'è un'emergenza micro-criminalità causata dall'invasione a tenaglia di rumeni dal nord e albanesi più magrebini al sud.
A Padova la giunta di sinistra ha costruito un muro, a Bologna c'è Cofferati, Grillo stesso si accorge che ci sono un po' troppi zingari in circolazione... meglio tardi che mai.
P.S. Letto in un blog : "Invece dei maiali usiamo i comunisti più porci di loro"... heheheeee... due piccioni con una fava....

23/10/07

Siete razzisti ?

Un piccolo test...
Sei a capo della sicurezza dell'aeroporto di Heathrow. Hai alle tue dipendenze pochi uomini al momento, diciamo 4. Hai ricevuto una soffiata sulla possibile presenza di terroristi nei voli imbarcati per gli Stati Uniti. Sfortunatamente NESSUN indizio su possibile cittadinanza, colore, etc. dei terroristi.
Ultima chiamata... ci sono 4 voli con circa 1200 passeggeri: bambini, donne, vecchi... tutto dipende da te. Hai poco tempo... i tuoi uomini possono controllare minuziosamente solo un ristretto numero di passeggeri.
E qui "si parrà la tua nobiltade" o il tuo "razzismo"... fra i passeggeri ci sono una ventina di persone di "probabile" origine mediorientale.... tu chi fai controllare ? Scegli di controllare a caso mettiamo 1 ogni 50 passeggeri o "punti" diritto sui mediorientali ?

1) Punti sui mediorientali, come farei io (sono un razzista...)

2) Uno ogni 50 passeggeri. Con un guizzo geniale ti accorgi di poter evitare i bambini e gli ultracentenari (su questi ci rifletti un po').
Sei convinto che uno biondo e con gli occhi azzurri ha le stesse probabilità di essere un terrorista di uno scuro, con la barba lunga, un mustafà insomma.
Congratulazioni, non sei un razzista, però sei un coglione ! Quasi certamente un coglione comunista... e avrai sulla coscienza quelle 1200 persone...

21/10/07

Moltiplicazione... dei rossi

Altro che pani e pesci, certo che l'hano studiata bene. Adesso abbiamo 3.600.000 extracomunitari, senza contare gli "abusivi". Siccome figliano come conigli e ogni giorno ne arriva una caterva, fra un 5 anni quanti saranno ? 6-7 milioni ?
Diamogli la cittadinanza italiana in 5 anni e poi mandiamoli al voto... una marea di voti per la sinistra. La sinistra li fa entrare, loro votano la sinistra, la sinistra li fa entrare. Geniale !
E neanche si preoccupano di farlo sottobanco...

18/10/07

Bianchi e neri

Grossa eco dopo le dichiarazioni di James Watson, il padre della doppia elica del DNA assieme a Crick, sulle differerenze fra l'intelligenza dei bianchi e dei neri.
Cose che ho sempre pensato... cioè non mi sta a cuore affermare la superiorità dei bianchi, per me potrebbe essere l'inverso, quanto combattere il principio intoccabile dell' UGUAGLIANZA a tutti i costi... senza se e senza ma, chiaro dogma di stampo marxista.
Watson ci è andato giù un po' pesante... vorrei invece sottolineare una sua frase :"La nostra volontà di assegnare a tutti, in maniera uguale, le medesime capacità intellettive non è sufficiente a provare che si tratti della realtà" .
Il desiderio "morale" di eguaglianza non necessariamente poggia su basi scientifiche. Io non sto dicendo che gli uomini non abbiano gli stessi diritti, sto mettendo in dubbio che razze diversissime fra di loro abbiano ESATTAMENTE lo stesso quoziente intellettivo MEDIO. Lasciamo stare che i test dell'intelligenza siano "parziali", superficiali, imperfetti, lo sono, ma non cambia il senso del discorso. Enormi differenze "somatiche", colore della pelle, capelli, ovale, taglio degli occhi, statura, peso, eppure TUTTI con la stessa intelligenza MEDIA. Si parla di medie ovviamente, curva di Gauss e tutto il resto.
Ci sono razze con incidenza altissima di malattie genetiche, per esempio gli Ebrei, fragilità questa dovuta all'incrocio all'interno della stessa popolazione. Rovesciando il discorso, personalmente sono anche convinto che gli Ebrei siano MEDIAMENTE più intelligenti; se così fosse, pur non essendo ebreo, non me ne importerebbe assolutamente nulla.
Da qualche parte ho letto che gli asiatici, sono particolarmente portati per la matematica, in particolare gli Indiani. A me questo non crea alcun problema, anche perchè me la cavo benino in matematica ... hehe
L'intelligenza è probabilmente il frutto di un'eredità poligenica ed ovviamente dell'ambiente in cui viene a svilupparsi. Chiaramente se Einstein fosse sempre vissuto in una capanna buia, sarebbe uscito completamente deficiente. Lapalissianamente esistono dei neri (o persone di colore se preferite, cmq se parlo di bianchi, mi sembra logico parlare di neri...) intelligentissimi e dei bianchi sub-normali, basta vedere una manifestazione dei metalmeccanici della CGL...
Ho notato comunque che il concetto di media è estraneo alla maggioranza delle persone, odiano qualsiasi generalizzazione, come se per arrivare ad una conquista scientifica non fosse necessario generalizzare... se ogni cosa valesse solo PER SE' non sarebbe possibile dedurre nessun principio scientifico, nessuna legge, la matematica stessa sarebbe un'opinione.
Ecco un ripassino, non pretendo che capiate...

Eredità poligenica
Oltre alle interazioni che avvengono tra alleli della stesso gene, si verificano anche interazioni tra alleli di geni differenti. In realtà, la maggior parte delle caratteristiche che costituiscono il fenotipo di un individuo, è il risultato di interazioni di varia natura che si verificano tra due o più geni distinti. Talvolta, quando un carattere è influenzato da due o più geni differenti, può apparire un fenotipo del tutto nuovo. Alcuni caratteri, come le dimensioni o la statura, la forma, il peso, il colore della pelle e il comportamento sono dovuti agli effetti combinati di molti geni. Questo fenomeno è detto eredità poligenica. Infine un singolo gene può agire su più di un carattere: questo fenomeno è detto pleiotropia.

16/10/07

Aggiornamento Iran-URSS

TEHERAN - Il presidente russo Vladimir Putin è arrivato stamattina a Teheran. E' la prima missione ufficiale a Teheran di un leader di Mosca in oltre mezzo secolo, dopo quella di Josif Stalin nel 1943.

Ma si accorgono della tragica comicità della notizia ? Niente di nuovo sotto il sole...

15/10/07

Quel macellaio del Che

No perchè passa come un mito, romanticismo e rivoluzione, quella merda sanguinolenta del Che... leggete rossastri... giù giù, fino in fondo, bevete l'amaro calice della verità... documentatevi, aprite le palpebre... Minà docet...

Libero mercoledì 10 ottobre 2007
CELEBRAZIONI PER UN ASSASSINO di Fausto Carioti
In Argentina, dove Ernesto Guevara nacque nel 1928, tra i giovani è diventato un modo di dire: «Tiengo una remera del Che y no sé por qué». Vuol dire: «Ho una maglietta del Che, ma non so per quale motivo». Quantomeno, i ragazzi argentini la domanda se la pongono. I loro coetanei (ma anche tanti ultrasessantenni) in Italia, a Hollywood e nel resto del mondo libero, l’icona di Guevara fotografato da Alberto Korda la indossano in beata ignoranza. Sanno confusamente che era un ribelle, e tanto basta per averlo addosso, stampato sulle t-shirt, come quella indossata dal musicista Carlos Santana alla notte degli Oscar, o tatuato, come sul braccio destro di ciò che resta di Diego Armando Maradona. Comunque pronto per essere sfoggiato nei cortei pacifisti. Molto si deve al merchandising e alle operazioni editoriali costruiti sul personaggio, che lo hanno trasformato in un marchio globale, più trendy dell’iPod. L’agiografia ha raggiunto l’apice in questi giorni, in cui cade il quarantesimo anniversario della morte del Che. Liberazione, il quotidiano di Fausto Bertinotti, ieri gridava in prima pagina: «Evviva Che Guevara», sobriamente definito «uno dei grandi del XX secolo». Puntuale come ogni anno, nei giorni precedenti era rispuntato Gianni Minà, che ha rispedito al Manifesto lo stesso articolo che scrive da quarant’anni, stavolta intitolato «Guevara, l’eroe che continua a nascere». Ogni quotidiano di sinistra manda in edicola il suo volume sul guerrigliero argentino. Le librerie mettono in evidenza sugli scaffali la collana che gli ha dedicato la Feltrinelli. Ancora pochi mesi e avremo sugli schermi “Guerrilla!”, il film di Steven Soderbergh con Benicio Del Toro nei panni dell’amico di Fidel Castro. Se hai passato i quaranta, niente di più facile che ti suoni in testa la erre moscia di Francesco Guccini: «Da qualche parte un giorno/dove non si saprà/dove non l’aspettate/il Che ritornerà». Chi ha qualche anno in meno deve arrangiarsi con Jovanotti: «Io credo che a questo mondo/esista solo una grande chiesa/che passa da Che Guevara/e arriva fino a Madre Teresa». In questa melassa che tutto avvolge e che trasforma Guevara in un san Francesco postmoderno (ma presto verranno a dirci che era il poverello di Assisi a fare il Guevara ante litteram), c’è un grande assente: la verità. Per ironia della sorte, è toccato a un altro attore di Hollywood, un anno fa, ricordare al grande pubblico come stanno davvero le cose: «La gente indossa la maglietta con il suo volto come un’opera di pop art. Ma non sanno nemmeno chi fosse. Sembra una rock star. E invece fece uccidere moltissime persone senza processo e senza che avessero la possibilità di difendersi». Andy Garcia, esule cubano, si è permesso di dire quello che la Hollywood liberal e anglosassone non ha nemmeno il coraggio di sussurrare: Che Guevara era un macellaio, un assassino a sangue freddo. La sua non è una provocazione: è quello che dicono da decenni intellettuali latinoamericani come Carlos Alberto Montaner e Alvaro Vargas Llosa. Ci sono i testimoni e ci sono i documenti: di centinaia delle vittime del Che si sa nome, cognome e ora dell’esecuzione. Non bastasse, ci sono gli scritti dello stesso “comandante” che grondano sangue. Ma i suoi fedeli sono così ciechi che il culto sopravvive a ogni evidenza. Da anni, il progetto Cuba Archive sta facendo il conto delle vittime della rivoluzione cubana, per le quali esista conferma da parte di almeno due fonti indipendenti e alle quali sia possibile attribuire un nome. Alla voce “Vittime di Che Guevara in Cuba” appaiono oltre duecento esecuzioni. Quattordici nemici, o presunti tali, furono eliminati dal comandante, direttamente o su suo ordine, in Sierra Maestra, durante la guerriglia contro gli uomini di Fulgencio Batista, tra il 1957 e il 1958. Dal 1 al 3 gennaio del 1959, appena catturata la cittadina di Santa Clara, mandò a morte altre 23 persone. Ma il grosso del sangue il futuro idolo dei pacifisti lo versò in qualità di comandante della Cabaña, la fortezza dell’Havana adibita a prigione. Tra il 3 gennaio e il 26 novembre del 1959 sono attribuite a Guevara ben 164 esecuzioni. Vista la metodologia dell’indagine, si tratta di numeri necessariamente approssimati per difetto: altre fonti parlano di almeno quattrocento uccisioni solo nel carcere dell’Havana. Va da sé che il processo riservato a quei disgraziati era un abominio giuridico. Javier Arzuaga, il cappellano basco che a La Cabaña era incaricato di confortare i condannati a morte, ha raccontato quei mesi da incubo ad Alvaro Vargas Llosa: «C’erano circa ottocento prigionieri in uno spazio adeguato a non più di trecento persone: membri dell’esercito e della polizia di Batista, qualche giornalista, alcuni uomini d’affari e commercianti. Il Tribunale Rivoluzionario era composto da guerriglieri, mentre Che Guevara presiedeva la Corte d’Appello. Il Che non annullò mai alcuna sentenza. […] In molti casi implorai il Che di usare clemenza con alcuni prigionieri: rammento in particolare il caso di Ariel Lima, un ragazzino. Il Che non cedette mai alle mie insistenze, così come Fidel». Nessuna pietà. Lo confermano le parole del giurista José Vilasuso, che all’epoca faceva parte del tribunale di La Cabaña: «Le direttive del Che stabilivano che dovessimo agire nel modo più risoluto, vale a dire che [gli accusati] erano tutti assassini e che il modo rivoluzionario di procedere doveva essere implacabile». Un ex comandante delle truppe di Guevara, Jaime Costa Vázquez, ha raccontato che i suoi ordini erano chiarissimi: «Nel dubbio, fucilare». Testimonianze che rendono surreale l’epica del guerriero sensibile che ci vendono ogni giorno le vestali del comunismo cubano, prima tra tutte la figlia del Che, Aleida Guevara, la quale si è spinta a dire che tra gli insegnamenti lasciati da suo padre c’è quello di «sviluppare al massimo la sensibilità fino a sentirsi angosciati quando si assassina un uomo in qualsiasi angolo del mondo». Basta leggere gli stessi scritti di Guevara per capire quale fosse il suo rapporto con la violenza armata e l’omicidio. Tra i suoi tanti difetti, Guevara aveva infatti un pregio che manca ai suoi apologeti odierni: da bravo uomo d’azione, più avvezzo alla pistola che all’oratoria, spesso amava parlare chiaro, senza troppi giri di parole. Alvaro Vargas Llosa, nel suo libro “Il mito Che Guevara e il futuro della libertà”, appena pubblicato in Italia da Lindau, ha raccolto una piccola antologia di citazioni dai diari e dagli altri scritti del Che. Il quale nel gennaio del 1954, appena arrivato a Cuba, scriveva alla moglie di sentirsi «vivo e assetato di sangue». Tre anni dopo, il «sensibile» guerrigliero uccise il compagno d’armi Eutimio Guerra, sospettato di passare informazioni al nemico: «Ho risolto il problema con una pallottola calibro 32 nella tempia destra. Ora ho io le sue cose», annoterà Guevara. Fece lo stesso con il contadino Aristidio, la cui colpa era quella di aver detto che se ne sarebbe andato quando fossero arrivati i ribelli. È stato calcolato, e lo riporta lo scrittore Humberto Fontova, che Guevara fece uccidere sul posto tra il 70 e l’80 per cento dei contadini che si opponevano alla sua avanzata. Condannò a morte anche un tale Echevarría, fratello di uno dei suoi commilitoni, per colpe non meglio specificate, limitandosi a dire che «doveva pagarla». Se era “angosciato” mentre realizzava queste mattanze, di sicuro riusciva a mascherarlo bene. Non era per impulso che cedeva all’odio e alla violenza. Guevara teorizzò con lucidità il ricorso a simili strumenti. Nel messaggio che inviò nel 1967 alla Tricontinentale, l’organizzazione rivoluzionaria afro-asiatico-latinoamericana, spiegava così quale dovesse essere il motore degli eserciti rivoluzionari: «L’odio come un elemento del conflitto; un odio implacabile nei confronti del nemico, che spinge l’uomo oltre i suoi limiti naturali e lo trasforma in un’efficace, violenta, selettiva e fredda macchina per uccidere».

13/10/07

Rossezza

O se preferite rossuria, rossità, rossaggine, rossidine... più frequento blog e forum, più rimango esterrefatto. Ci deve essere proprio qualcosa che non funziona nel cervello dei rossi. Se non mi interessassi di politica, prima di una elezione per esempio, basterebbe che mi documentassi sulle iniziative chessò di Bertinotti, Diliberto, Ferrero e... votare contro !
Non c'è un'infinitesima cosa su cui sia d'accordo coi sinistri, forse se parlassimo di calcio, ma senza scivolare su argomenti come "i calciatori prendono miliardi", oppure "la violenza negli stadi dipende dal disagio sociale delle masse", meglio rimanere sulla nazionale.
Formiche rosse contro formiche nere. Com'è possibile convivere con "alieni" come quelli ? Prima o poi ci sarà una resa dei conti... definitiva.
Tu, caro lettore marxista-leninista, penserai che sia io ad avere qualche rotella fuori posto, no problem ! Non mi ci provo neanche a discutere con un decerebrato come te, quello che mi meraviglia è che siamo agli antipodi; inutile parlare di tolleranza e comunicazione, pace e buonismi diabetici vari. Siamo due specie diverse, altro che razze (!!!) e non c'è posto per tutti e due, sulla terra...

06/10/07

Rom ubriaco amazzò 4 giovani

6 anni e 6 mesi, agli arresti domicilari ! Tra buona condotta e sconti farà 3 anni se è tanto. Ecco alcuni commenti sul vecchio forum, non ho nulla da aggiungere alla loro sintetica efficacia :

"purtroppo e' inutile discuterne...ma mi viene da ridere..sentivo al telegiornale che un tizio ha preso 8 anni (da scontare in carcere) per cose fiscali.e questo che ha ammazzato 4 persone ha preso 6 anni (da scontare in albergo).dico solo questo...e' mooooooooooolto fortunato che non sono uno dei genitori dei 4 ragazzi...altrimenti il carcere non serviva."

"Purtroppo a questo punto abbiamo imparato come far fuori uno, senza rischiare 30 anni...prima ti ubriachi alla grande (6 volte il limite, praticamente 6 birre da mezzo litro!!!).poi lo becchi sotto con l'auto, il furgone, il rullo compressore etc etcCome pena ti becchi la rottura di sopportare 1 anno e 6 mesi a casa, guardarti beautiful, forum, mike etc etc oppure giocare on line?!!!!mi sa che nei film western la giustizia era migliore!"

Poi c'è sempre il solito stronzetto con la puzza sotto al naso che si scandalizza della reazione "vigorosa" dei parenti delle vittime, ma i disfattisti che remano contro ci sono sempre.
P.S. Siamo un paese di merda !

30/09/07

I nipotini di Lenin

Con scherno dicono di non essere più quelli di una volta, che i comunisti non mangiano i bambini, ridacchiano... poi improvvisamente un black-out del loro cervellino malato.
Di pochi minuti fa, Bertinotti, il presidente della camera dei deputati, una carica che dovrebbe garantire un minimo di "sobrietà", di moderazione, mica stiamo parlando di mentecatti come Diliberto, Rizzo, Pecoraro, Ferrero, Luxuria (mamma quanto è lungo l'elenco), commentando la finanziaria cita : Lenin diceva "meglio meno ma meglio".
LENIN !!! ... ancora un po' tira fuori il libretto rosso di Mao... no quello lo tiene nella tasca della morbida giacca di tweed, nel caso la memoria lo tradisse.

W BOSSI

http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/politica/cdl10/cdl10/cdl10.html
"io so di poter portare 10 milioni di padani e di altrettanti veneti in piazza"... strizza ?
L'altro giorno su un Tg l'oca di turno " voi popoli del nord "... hehehe... magari siamo noi a dire " voi gentaglia del centro-sud ". Dopo le elezioni i rossi cianciavano di avere un problema : " la questione settentrionale"... hihihiiiiii... come se noi non avessimo avuto per decenni sui cojoni la "questione meridionale" e annessa cassa del mezzogiorno.
Su un Tg nazionale di tempo fa un imbecille fa un servizio da " Padova, una cittadina del nord " . Ha bisogno di essere presentata, Padova, ma a chi sta presentando la città questo coglione ? Poi magari fanno un servizio da un paesetto nella provincia di Enna e manco dicono dov'è.
Asp... la media migliore dei voti alla maturità è in Calabria e Campania... non la media delle scuole più "scarse" o "facili" o "colluse"... no, la media degli studenti...
Restassero "giù" poco male, il guaio è che con queste votazioni "gonfiate" piombano agli esami di iscrizione alle università del nord. Per non parlare dei concorsi pubblici, lauree comprate etc. Hanno sempre fantomatici punteggi alti nelle graduatorie di merito ottenute aumma... aumma... una mano lava l'altra e tutte due "fottono il polentone".

29/09/07

Birmania

Mi riallaccio al post sul PIL dei paesi comunisti... Laos 138°, 2.304 $ pro capite, la Birmania tra i paesi ex-comunisti o comunisti è appena davanti alla Corea del Nord, fanalino di coda.
Sono partiti in tromba: "dittatura" , "regime" , "giunta militare"... scommetto che moltissimi dei rossi che si sono stracciati le vesti per i monaci buddisti non sanno che il regime era socialista..
Una vignetta di Forattini vale un articolo di dieci pagine...

Noto che quel furbastro di Grillo non si è ancora espresso in merito, soliti "scotomi della retina", solita "amnesia retrograda" , piccoli e noti disturbi dei cervelli sinistrorsi.

Mendicanti

Questa mattina, camminando verso il centro, passo su un ponticello. Seduto contro il muretto un uomo, barbuto, faccia piena, con una panza che faceva 3-4 rotoli, tipo omino della Michelin. Tuta e scarpe da ginnastica.
Apostrofa i passanti con voce forte "Tu dare me qualcosa per manCiare". Hai capito ? Una volta i mendicanti erano come ripiegati su stessi, la mano tesa con vergogna, la faccia triste, umiliata dal "chiedere". Storpi, sporchi, vecchi...
Adesso sono il ritratto della salute, tuta e scarpe adidas, sembra che si siano seduti un momento per riposarsi, mentre fanno jogging. Una volta mormoravano qualche parola, appena udibile, "ti prego, ho fame, Dio ti benedica", adesso ti apostrofano con fare imperioso, quasi minacciando "TU DARE me qualcosa per manciare", ancora un po' ci aggiungono " E SBRIGATI !".
TU ANDARE A LAVORARE che ti fa bene e togli qualche chilo, brutto panzone di merda.
Stessa mattina un'altra scenetta più avanti. Una mendicante in carrozzella, sulla trentina. Un vigile con spiccato accento napoletano "Signorì, si può alzare... l'ho vista io prima che camminava". Tipo " Lazzaro, alzati e cammina ... ca' nisciuno è fiess ".

28/09/07

Farsi giustizia

Quindicimila zingari a Roma, 70% dei reati gravi commessi da rumeni, poi ci sono gli albanesi. Vorrei fracassare un sacco di teste con una mazza da baseball, come in quel bellissimo film, asp che vado a cercarlo su Google... You tube ! ecchilo

Ahhhhh.... sti azz di immigrati. " Cinque, c'è una N in mezzo "... hehehe... e già che ci siamo, magari ripulire un po' le strade con Charles Bronson, anzi qui la metropolitana.
Un bel po' di pistole, in casa, in tasca, dentro la borsa, nel cassetto della macchina, così, giusto per dare del filo da torcere a quei fottuti che vengono a farla da padroni in casa nostra. Aooo... di 'sto passo il blog lo intitolo Far West...

25/09/07

Sfracelli rossi

http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_nazioni_per_PIL_%28PPA%29_procapite

Dal link sopra riportato, PIL / pro capite: USA al 4° posto, dietro "staterelli" come il Lussemburgo (1°), Irlanda (2°), e Norvegia (3°). La Norvegia non è piccola ma ha meno di 5 milioni di abitanti. Dicevamo USA 4° con 43.444 $ /pro capite. Noto Corea del Sud 31° con 23.926 $.
Avete già capito dove vado a parare vero ? Yuk Yuk... vediamo quelle merde di stati comunisti : Cina 88° con 7.598 $, per un pelo davanti al Gabon... hihihihiiiiiii....Cina qua...Cina là... a voglia a risalire la cina, volevo dire la china...
Un altro paradiso dei lavoratori, Vietnam : 122° con 3367 $... aoooo... Cuba e Corea del Nord manco sono in lista....uhhuhhuuuuu...
Guardatevi l'elenco con calma, memorizzate i primi 25 stati... poi andate a cercarvi quei morti de fame dei seguaci di Lenin, meditate gente... meditate...
Riflessione del giorno riguardo il principio di causa / effetto : un paese è comunista perchè è una merda o è una merda perchè è comunista ?
Io non ho dubbi che sia vero il secondo caso, ma se fosse il primo si tratterebbe di una merda al quadrato !

20/09/07

Grillo e Benigni

Il primo lo preferivo tempo fa, quando prendeva in giro la società e i costumi, come faceva Luca Goldoni nei suoi libri. Adesso entrambi vomitano solo politica e come tutti i rossi sono eternamente in malafede. Riescono a tirare dentro Berlusconi anche quando non è più al governo, pochissime le frecciate a Prodi e company.
Ma dico io, se c'è uno che è una caricatura vivente è il mortadella. Quando lo vedi e senti le stronzate che dice, già ti immagini la prossima vignetta di Forattini, così, senza sforzo.
Fra i suoi ministri ed accoliti poi, c'è un variopinto campionario che fa impallidire lo zoo di una grande città: un bordello di prostitute, la follia e la meschinità allo stato puro. Niente, i due comici ci passano sopra, muti ipocriti; sono marci dentro, come quei brigatisti di Dario Fo e consorte...

14/09/07

Tatuaggi e piercing

Li detesto, ma ancora di più chi se li fa fare. Di solito sono di bassa estrazione sociale, burini tanto per capirsi: birra, bandana, rutto libero. Sarà un caso, ma al mare quasi tutte le teste di cazzo che mi stanno sui cojoni hanno tatuaggi... hehehe (prosa elevata). Quelli che urlano, cranio rasato, telefonino incollato all'orecchio ad ogni ora. Quelli che giocano a pallone sul bagnasciuga, sebbene sia vietato, e giocano pure male. Quelli che si precipitano in mare, quando fanno il bagno, correndo come bufali, schizzando dappertutto. Quelli che in mare schiamazzano e si tirano sabbia come deficienti. Quelli che si riuniscono in 12 sotto un ombrellone... si, forse dovrei cambiare spiaggia !
C'è qualche rara coppia, magari non giovanissimi, che parla a bassa voce. Neanche ti accorgi che esistono. Sono educati, quando vanno via rimettono le sdraio in ordine, non scavano gigantesche buche per una masnada di figli indiavolati. Di solito leggono libri, non hanno tatuaggi, piercing...
Per quelli poco ferrati in statistica, quando parlo di " categorie " o di " gruppi ", intendo maggioranze, non la totalità dei casi. Dire che mi stanno sulle palle quelli col piercing, non vuol dire che tutti quelli col piercing mi siano indigesti, vuol dire che "di solito" e "per diretta esperienza", per me è così: ma non sempre !

13/09/07

Buon umore


Fortissimo Proietti, c'è qui tutta la "napoletanità"... quella che amo.

Non fa per me

Ho deciso di non immischiarmi più di politica, in un forum. Sono troppo sanguigno, forse un "ci-cin" intollerante e razzista, fatto sta che per la mia pressione è meglio che eviti il contraddittorio.
Borghezio viene arrestato in Belgio ad una manifestazione anti-islamica. A me sembra una violazione se non altro dell'immunità parlamentare, indipendentemente da come uno giudichi il leghista.
L'accusa che gli muove un utente (anzi più di uno) è che non è contro il terrorismo, ma che è razzista, contro gli arabi; che questi europarlamentari di destra non credono che esista l'islam moderato. Sarà... anch'io, seguendo la Fallaci, sono proprio dell'idea che un islamico moderato sia un'assoluta rarità, esempio Magdi Allam.
Sempre pronti a fare dei distinguo (i rossi), e sempre a favore del "nemico"... manifestare va bene contro i terroristi, ma non contro gli arabi. Manifestare contro il terrorismo è fin troppo banale, è come dire che ci si auspica che venga eliminata la fame nel mondo o le malattie.
L'essere rossi è una malattia grave, obnubila il pensiero, fa parteggiare per chi è contro di te. Essere contro gli arabi non va bene.... no no no... non si fa. Essere contro chi ti vuole fottere, contro chi giorno dopo giorno ti scava la fossa sotto i piedi , va contro la "libertà dei popoli". E' "discriminare" è "razzismo". Mamma quanti paroloni sono pronti a tirare fuori ad ogni occasione, i rossi.
Non dico che Borghezio sia a favore di Israele, ma se è contro gli arabi, contro l'islamizzazione dell'Europa, contro il suo scivolare lentamente verso l'Eurabia, beh... per la proprietà transitiva, il nemico del mio nemico è mio amico. Chi si permette il lusso di fare dei distinguo, anche contro i propri (vitali) interessi, fa parte di quella lunghissima schiera senza fine degli "utili idioti".

11/09/07

Sei anni dopo

11-9-2001...
Sono passati sei anni, c'è stata la guerra in Afghanistan, l'Irak, Madrid , Londra.
Hanno iniziato a colpire loro, sempre. Israele è assediata da un'orda di belve sanguinarie, l'America sembra arrancare, l'Inghilterra sta esaurendo le forze. L'Europa tutta trema rannicchiata in un cantuccio, ma paradossalmente qualcosa si sta muovendo.
Fin'ora l'Occidente non ha fatto che criticare e deridere chi si sta battendo in prima linea, forse la vergogna finalmente sta soffocando la paura. Un tam-tam sotterraneo, un passa-parola, una presa di coscienza involontaria, come la marea che a poco a poco si alza, la mano che stringe il bastone fino a che le nocche impallidiscono...
La Danimarca, la Germania, iniziano a rialzare la testa, la Francia. I mussulmani stanno tirando troppo la corda, dimenticano il passato millenario di guerre dell'Europa, delle sue fiere popolazioni. Quando gli Europei inizieranno a gridare "adesso basta!" sarà meglio non farsi trovare sulla loro strada... già, ma quanti morti dovranno ancora venire fino ad allora ?

DON'T FORGET !




10/09/07

Da Lombroso al cervello "sinistro"


Non è la prima volta che mi capita di "anticipare" certe notizie, di precorrere i tempi... 3 post e 4 giorni fa in "A che pro discutere ? " , sostenevo l'inutilità di dialogare con l'homo sinistroides, perchè, mi cito, "Certe persone pensano in un modo ed altre in uno completamente differente. Si vengono a creare così "popolazioni" differenti, addirittura "specie umane" alternative una all'altra."
Da uno studio di David Amodio emergerebbero delle differenze "strutturali" nel cervello di liberali e conservatori !
In sostanza nel cervello dei liberal si nota - "la loro maggiore reattività al cambiamento e a quella che gli studiosi hanno chiamato «tendenza all’ambiguità», ovvero quella indecisione che porta all’entusiasmo improvviso verso ogni novità e che spesso si trasforma anche in un atteggiamento di poca chiarezza. -
Tendenza all'ambiguità, i ricercatori sono stati generosi... io parlerei di tare insanabili...
Ecco qui un blog con i commenti diretti dell'autore della ricerca http://neurocritic.blogspot.com/2007/09/david-amodio-responds.html